umorismo massonico

Acquista il .pdf di Umorismo Massonico tramite PayPal

Costo: 5,00 € Acquista ora

Non è facile parlare di umorismo in questo tempo tormentato, ma è proprio nel periodo in cui si è preoccupati che sorge il desiderio di poter tornare sorridere, almeno per un momento.

Vi porto nel mondo massonico attraverso una porta inusuale, quella dell’umorismo. Un umorismo che definisco massonico perché nasce da dentro l’Ordine e si fonda sull’autoironia, sulla capacità di saper ridere delle proprie ossessioni o dei propri capricci.

Noi massoni pensiamo in grande, abbiamo un grande ideale: perseguire il rinnovamento personale e sociale, seguendo il trinomio Libertà- Fratellanza – Uguaglianza, secondo il principio della Tolleranza. Ma nella dimensione del quotidiano non sempre siamo all’altezza dei valori che proclamiamo e scattano le contraddizioni, le sfide perse, le incoerenze.

In queste condizioni sorridere e far sorridere non è impresa facile.

L’umorismo è una grande risorsa per innescare una salutare reazione a catena.

E’ utile per portare un cambiamento nelle Logge ancora troppo caratterizzate dalla convinzione che “ridere della propria appartenenza alla Massoneria, non è indice di serietà e affidabilità”. In altre parole, diversi massoni vivono ancora nel vecchio modello della seriosità, del formalismo di facciata, che danno spesso luogo ad atteggiamenti di presunzione, arroganza e finzione.

La satira osteggia questi atteggiamenti di Fratelli che non sanno o non vogliono riconoscere e quindi ammettere le loro debolezze.

Le vignette che vedrete sono un coronamento a dialoghi già esistenti tra fratelli e soluzioni di cambiamento quasi sempre in atto. In altre parole certi comportamenti e atteggiamenti sono portati con affetto, prima col dialogo e poi semplicemente accendendo la luce di un sorriso.

L'umorismo serve per chiarire le ambiguità e ammorbidire le tensioni, per fiutare l'atmosfera, per abbassare le barriere delle incomprensioni, è utile per mantenere l'attenzione su determinate questioni, per creare collaborazione.

L’umorismo massonico non è facile da presentare e spiegare a chi non è massone, perché in Massoneria si comunica anche e forse soprattutto per simboli e con una fraseologia misteriosa che ci è propria, quasi un gergo incomprensibile ai non massoni. Altra complicazione è che noi svolgiamo le nostre riunioni con dei rituali che non vogliamo divulgare ai profani, cioè a chi non è massone. Alcune vignette possono toccare la questione della discrezione sui lavori e sui rituali, ma ritengo d’aver usato la giusta prudenza. Giudicherete voi. D’altra parte i nostri rituali si trovano ormai senza problemi in libreria e su internet, per cui ritengo superato il problema della riservatezza.

vignette massoniche
vignette massoniche

Le vignette che vedrete sono una raffigurazioni di spiritosaggini colte durante le nostre agapi.
La Massoneria è una cosa seria, e la serietà dei contenuti e dei valori non vengono meno, anzi sono esaltati e meglio si affermano, se i massoni sono capaci di sapersi un po' prendere in giro per capirsi. Con le vignette ricordo a me stesso e ai Fratelli impegnati seriamente nei lavori di Loggia, che siamo comunque “umani” e pertanto uguali a quell'Umanità che vogliamo migliorare e che il lavoro lungo l'intera vita per migliorarci passa attraverso la comprensione dei propri limiti, anche con l'ironia.

La maggior parte delle vignette sulle logge miste, dove si riuniscono uomini e donne insieme, proviene dai fratelli francesi del Grand Orient de France, che hanno affrontato recentemente la questione e sono rielaborazione di lavori del f.llo Kabè, e quelle vignette sono un omaggio che dedico alla sua benevola ironia.

In questa raccolta ho incluso alcune battute sui fratelli che svolgono dei ruoli di servizio alla Loggia. Alcune sono vere. Alcune, beh, lascio decidere a voi.
Tuttavia spero che possiate godere non solo di battute divertenti, ma anche di alcune “arguzie” di fratelli inconsapevoli moderni filosofi.

Acquista il .pdf del libro tramite PayPal

Costo: 5,00 €

Acquista ora

A fine anno il ricavato della vendita del libro sarà devoluto in beneficenza alle associazioni qui elencate.
Il riscontro della donazione sarà reso pubblico nella sezione Solidarietà.